Mediazione (no ex Dlgs 28/10)

Regolamento di mediazione volontaria e internazionale

Art. 1 Applicazione del Regolamento

  1. Le presenti regole si applicano a tutte quelle controversie civili e commerciali, ove le parti, al fine di risolvere la controversia, hanno convenuto o per clausola contrattuale o per accordo che si applichi il presente Regolamento. Le parti, con il consenso di ADR Center, possono convenire di variare il presente Regolamento in qualsiasi momento.

Art. 2 Avvio della mediazione

  1. Una parte o le parti di una controversia che desiderino avviare una procedura di mediazione può/possono farlo, presentando ad ADR Center una il modulo di istanza di mediazione o una richiesta scritta di mediazione ai sensi del presente Regolamento.
  2. Una parte può chiedere ad ADR Center di invitare un’altra parte a partecipare alla mediazione. Al ricevimento di tale richiesta, ADR Center contatterà l’altra parte coinvolta nella controversia al fine di ottenere l’adesione a partecipare alla mediazione. ADR Center assegna un termine di 20 gg per la risposta.
  3. La domanda di mediazione dove contenere una breve esposizione dei fatti e della natura della controversia. Essa deve inoltre riportate tutte le informazioni utili per contattare e convocare le parti personalmente o il rappresentante legale in caso di società.
  4. La parte che attiva la mediazione può depositare i documenti che ritiene utili per una maggiore comprensione del caso.
  5. Se la parte invitata comunica il proprio rifiuto oppure non fornisce risposta entro il termine assegnato, ADR Center archivia la mediazione dandone comunicazione alla parte attivante.
  6. Se la parte invitata accetta l’invito in mediazione, dovrà darne comunicazione ad ADR Center entro il termine assegnato allegando i documenti che ritenga necessari per una migliore conoscenza del caso.
  7. Tutta la documentazione depositata è disponibile per la consultazione di tutte le parti coinvolte nella mediazione.
  8. Ricevuta l’adesione di controparte, ADR Center ne dà tempestivamente comunicazione alla parte attivante assegnando un termine per il pagamento delle spese di mediazione (Allegato). Se le spese non vengono corrisposte entro il termine assegnato, la mediazione viene archiviata.
  9. Le comunicazioni con ADR Center avvengono in italiano o in inglese, mentre la lingua della mediazione viene scelta di comune accordo tra le parti.

Art. 3 Nomina del mediatore

  1. ADR Center nomina il mediatore avuto riguardo alle caratteristiche della controversia e a quanto emerso dalle comunicazioni delle parti. Le parti possono congiuntamente selezionare un mediatore nella lista dei mediatori di ADR Center.

Art. 4 Indipendenza e sostituzione del mediatore

  1. Prima dell’incontro con le parti, il mediatore sottoscrive una dichiarazione di imparzialità, indipendenza e neutralità.
  2. Ogni mediatore, sia selezionato congiuntamente dalle parti o nominato da ADR Center, è tenuto a far presente i casi in cui avesse un interesse finanziario o personale nella mediazione o se esista qualsiasi fatto o circostanza che ragionevolmente rischi di creare un pregiudizio in capo ad una parte o alle parti. Dopo aver ricevuto tali informazioni, e dopo aver verificato i punti di vista delle parti, ADR può sostituire il mediatore, con uno di quelli della propria lista di mediatori.
  3. Le parti, congiuntamente o singolarmente, possono chiedere la sostituzione del mediatore in presenza di circostanze che possano sollevare dubbi in merito alla sua imparzialità ed indipendenza. ADR Center deciderà in merito.

Art. 5 Partecipazione delle parti e rappresentanza

  1. Le parti partecipano personalmente agli incontri di mediazione e possono farsi assistere da legali, esperti o consulenti di fiducia.
  2. Ciascuna parte può farsi rappresentare durante la procedura. I rappresentati devono essere informati sui fatti e avere i necessari poteri per negoziare ed eventualmente sottoscrivere l’accordo.
  3. Le persone giuridiche e altri enti o associazioni con personalità giuridica sono tenute ad essere rappresentate nel corso della mediazione da un funzionario, socio o altro dipendente autorizzato a prendere decisioni in merito alla risoluzione della controversia.

Art. 6 Data, ora e luogo della mediazione

  1. Il mediatore fissa data e ora di ogni incontro mediazione. La mediazione si terrà presso la sede di ADR Center conveniente per le parti, o in altro luogo con l’accordo delle parti ed il consenso del mediatore e di ADR Center. La mediazione potrà essere condotta anche con mezzi di comunicazione a distanza.

Art. 7 Svolgimento della mediazione e poteri del mediatore

  1. Il mediatore può condurre la mediazione nel modo che ritiene opportuno, tenuto conto delle circostanze del caso, la volontà delle parti e la necessità di una soluzione rapida della controversia. Il mediatore non ha il potere di imporre una soluzione alle parti. Il mediatore è autorizzato ad effettuare incontri sia congiuntamente che separatamente con le parti. Se richiesto, il mediatore può formulare raccomandazioni e proposte verbali o scritte riguardanti una risoluzione adeguata della controversia.
  2. Non è consentita alcuna verbalizzazione o trascrizione delle dichiarazioni rese o delle informazioni scambiate dai partecipanti alla mediazione, così come del rifiuto e dell’accettazione di eventuali proposte di accordo espresse dal mediatore o dai partecipanti.
  3. Gli incontri di mediazione sono privati. Persone diverse dalle parti o dai loro rappresentanti possono partecipare solo con il consenso delle parti e del mediatore.

Art. 8 Conclusione della mediazione

  1. Il procedimento di mediazione si conclude in uno dei casi seguenti:
    • Mancato versamento delle somme richieste da ADR Center;
    • Le parti raggiungono un accordo;
    • Le parti non raggiungono un accordo;
    • Le parti dichiarano o dimostrano di non aver più interesse al proseguimento della procedura;
    • Nel caso in cui le parti abbiamo convenuto in precedenza un termine di durata della procedura e tale termine sia spirato o le parti non si siano accordate sulla proroga.

Art. 9 Riservatezza

  1. Tutte le notizie, atti, relazioni o altri documenti ricevuti dal mediatore durante l’esercizio dell’attività di mediatore sono confidenziali. Il mediatore e tutti i partecipanti alla procedura di mediazione non possono essere obbligati a riferire informazioni o fatti appresi nel corso della mediazione, a testimoniare, o comunque a produrre elementi d prova riguardanti la mediazione in:
    • qualsiasi procedimento giurisdizionale. A titolo esemplificativo:
    • opinioni espresse o suggerimenti o offerte fatte da una all’altra parte o dal mediatore nel corso del procedimento di mediazione;
    • ammissioni fatte da una parte nel corso del procedimento di mediazione relative al merito della controversia;
    • il fatto che una delle parti avesse o non avesse manifestato la volontà di accettare una proposta di insediamento prese da un’altra parte o dal mediatore.
  2. Ogni prova o fonte di prova non diviene inammissibile a causa del suo utilizzo nell’ambito della mediazione.

Art. 10 Esclusione di responsabilità

  1. ADR Center, i suoi funzionari e i mediatori, non sono responsabili nei confronti delle parti o terzi per qualunque errore, atto o omissione in relazione ai procedimenti di mediazione condotti in ottemperanza a questo Regolamento se non per i casi di dolo o colpa grave.

Art. 11 Interpretazione e applicazione delle norme

  1. Il mediatore può interpretare ed applicare le presenti norme, nella misura in cui si riferiscano a doveri e responsabilità del mediatore. Saranno interpretate ed applicate da ADR Center tutte le altre procedure.

Art. 12 Costi amministrativi

  1. Salvo diverso accordo tra le parti, in mediazione tutti i costi amministrativi di ADR Center e le spese per il servizio di mediazione, saranno divise equamente tra le parti in mediazione.

Art. 13 Ruolo del mediatore in altre procedure

  1. A meno che tutte le parti siano d’accordo per iscritto, il mediatore non può agire come un arbitro o come rappresentante o consulente di una parte in un procedimento arbitrale o giudiziale collegato alla controversia che è stata oggetto di mediazione.

Art. 14 Ricorso a procedimento arbitrale o giudiziari

  1. Le parti si impegnano a non avviare, durante la mediazione, un procedimento arbitrale o giudiziale riguardo una controversia oggetto della mediazione, salvo la facoltà per le parti di avviare un procedimento arbitrale o giudiziale, quando, a loro parere, tali procedimenti siano necessari per evitare prescrizioni e/o decadenze e per preservare i propri diritti nel caso in cui la mediazione dovessi concludersi negativamente.

Tabella Indennità di mediazione – In Euro (IVA non inclusa)

tabella_indennita2

1) Le spese di mediazione sono versate dalla parte attivante al momento del deposito della domanda di mediazione e dalla parte invitata al momento dell’adesione alla procedura e comprendono i costi per l’amministrazione del procedimento e il compenso di 1 mediatore per 2 ore di incontro.

2) Per ogni ora aggiuntiva ciascuna parte versa € 150 per le controversie dello scaglione fino a € 100.000,  ed € 250 per le controversie dello scaglione da € 100.001 a € 500.000. Nel caso in cui il valore della controversia rientri sia oltre € 500.000 le spese sono forfetarie.

3) In caso di mancata adesione o risposta negativa della parte invitata in mediazione o di abbandono della procedura prima dell’accettazione dell’incarico da parte del mediatore, la Segreteria trattiene una somma relativa alla copertura dei costi di amministrazione del procedimento pari a 200 Euro (IVA esclusa).

4) Le spese di mediazione non comprendono i costi di traduzione della documentazione, interpretariato, viaggio e soggiorno delmediatoreinoccasionedellapartecipazioneagliincontridimediazione.

5) Nel caso in cui la mediazione venga attivata nel corso di una procedura arbitrale presso ADR Center, la Segreteria si riserva di effettuare una valutazione complessiva delle spese.

6) Le parti sono solidalmente obbligate al pagamento delle spese di mediazione.

IL PAGAMENTO DEVE ESSERE EFFETTUATO MEDIANTE BONIFICO BANCARIO:

UNICREDIT SpA
IT67K0200805024000030031594
SWIFT CODE: UNCRITM1B93
Intestato a: ADR Center
Causale: Nominativo Parti

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok