Consiglio dei Garanti

Consiglio dei Garanti

Il Consiglio dei Garanti di ADR Center svolge la funzione di garanzia della corretta applicazione dei regolamenti di ADR Center e delle normative di riferimento.

In particolare, risponde direttamente ai reclami promossi dalle parti e dagli avvocati delle procedure amministrate da ADR Center. Inoltre, quando richiesto fornisce pareri sull’amministrazione di una procedura e sull’interpretazione, applicazione ed eventuali modifiche dei regolamenti di mediazione e arbitrato. Per inoltrare un reclamo al Consiglio dei Garanti scrivere a: garanti@adrcenter.com

Il Consiglio dei Garanti è composto:

Marcello Marinari

Marcello Marinari

Magistrato dal 1978, in quiescenza dal 1 luglio 2010. Tra i vari incarichi svolti è stato Capo della Segreteria del Sottosegretariato di Stato alla Giustizia e addetto al Gabinetto del Ministro, Servizio Coordinamento Affari Internazionali. Consigliere addetto al servizio civile presso la Corte d’Appello di Milano dal 2004, è stato nominato Presidente del Tribunale di Montepulciano nel 2008.

Mario Fantacchiotti

Mario Fantacchiotti

Magistrato in quiescenza ed avvocato dal 2009. Negli ultimi due decenni è stato Consigliere della Corte di Cassazione, prima, e, nell’ultimo periodo, presidente di sezione della Corte medesima. Durante il periodo in cui ha svolto la sua attività presso la Cassazione si è occupato, tra l’altro, di controversie in materia di diritti reali, condominio, responsabilità professionale, responsabilità extracontrattuale, in particolare per danni derivanti da circolazione stradale e per colpa professionale medica. Ha svolto prevalentemente funzioni giudiziarie nel settore civile. E’ mediatore di ADR Center dal 2010.

Marco Marinaro

Marco Marinaro

Avvocato, Magistrato onorario, Arbitro e Mediatore Roma. Avvocato, patrocinante in Cassazione e dinanzi alle altre Giurisdizioni Superiori in materia civile e commerciale, Giudice ausiliario presso la Corte di Appello di Napoli. Perfezionato in Diritto dell’arbitrato interno ed internazionale. Esperto e docente di mediazione, arbitrato e ADR (Alternative Dispute Resolution). Già membro del Collegio di Roma dell’ABF Arbitro Bancario Finanziario (2012/2016), attualmente membro del Collegio di Bologna e del Collegio di Coordinamento. Già arbitro e conciliatore presso la Camera di arbitrato e conciliazione Consob. Mediatore professionista. Giornalista pubblicista, collabora con Il Sole 24 Ore. Direttore della collana editoriale “Itinerari di ADR” per Aracne Editrice. Autore e curatori di volumi, saggi ed oltre 300 articoli in materia di mediazione e di sistemi ADR. Titolare di contratti di insegnamento universitario di diritto processuale civile, mediazione, arbitrato e ADR. Formatore ed esperto formatore della Scuola Superiore della Magistratura sui temi dei procedimenti ADR.

Regolamento del Consiglio dei Garanti

Con il termine “Consiglio dei Garanti” (il “Consiglio”) si intende l’organo collegiale, nominato da ADR Center che ha lo scopo di svolgere le funzioni descritte nel presente regolamento.

Il Consiglio è composto da 3 membri scelti da ADR Center tra personalità di provata esperienza e competenza e delibera a maggioranza. I nomi e i profili dei membri del Consiglio sono pubblicati i nel sito internet di ADR Center (www.adrcenter.com).

I membri si dovranno astenere dalle loro funzioni nelle procedure in cui sono stati nominati mediatori o arbitri. Per tali procedure, ADR Center provvederà a sostituirli con altri membri scelti sempre tra personalità di provata esperienza.

Procedure di Mediazione

Il Consiglio fornisce pareri al Responsabile dell’Organismo sulla corretta applicazione del Regolamento di Mediazione di ADR Center e della normativa di riferimento e sugli eventuali reclami presentati.

Procedure di Arbitrato

Il Consiglio svolge le funzioni specificamente indicate nel Regolamento di Arbitrato Rapido Rituale che non siano riservate alla competenza del Tribunale Arbitrale o dell’Organismo.

In particolare, ha la facoltà di:

  1. adottare, nella fase anteriore alla costituzione del Tribunale, provvedimenti sulla procedibilità o improcedibilità dell’arbitrato e sulla connessione tra più controversie;
  2. provvedere alla sostituzione dell’arbitro nonché sull’istanza di ricusazione;
  3. prorogare il termine per il deposito del lodo arbitrale;
  4. verificare e correggere il lodo quando richiesto.

Per particolari e motivate ragioni di urgenza, le decisioni spettanti al Consiglio, possono essere prese dal Presidente, salvo ratifica successiva del Consiglio.