Nr. 1 del Registro degli Organismi di Mediazione del Ministero della Giustizia

MEDIAZIONE

Preventivo

Consente di calcolare quali saranno i costi da sostenere per la mediazione, sia in caso di esito positivo, sia in caso di esito negativo, inserendo negli appositi campi il valore della lite e gli altri parametri richiesti.

Preventivo delle indennità e delle spese di mediazione presso ADR Center ai sensi del DM 150/2023

Iva: Esclusa Inclusa

A. Svolgimento del primo incontro effettivo di mediazione

Gli importi sotto riportati sono dovuti da ciascuna delle parti, rispettivamente, alla presentazione della domanda di mediazione e al momento dell’adesione. Le spese di avvio sono dovute da ciascuna Parte Istante e da ciascuna Parte Convocata; le spese di mediazione sono corrisposte per centri di interesse.

Spese di avvio
Spese di mediazione per il primo incontro
Spese vive servizio invio convocazioni (solo per l'istante)
Convocazione via pec
Raccomandata nazionale
Raccomandata internazionale
Totale
In caso di mancato accordo al primo incontro non è dovuto nessun altro importo oltre a quanto già corrisposto.

B. Svolgimento degli incontri di mediazione successivi e accordo al primo incontro

Nel corso del primo incontro, il Case Manager e il Mediatore di ADR Center determineranno con le parti le rimanenti spese di mediazione tra i minimi e massimi previsti e gli eventuali aumenti per mediazioni di particolare complessità.

Importo Minimo Importo Medio Importo Massimo
Spese di mediazione per incontri successivi
Totale

C. Maggiorazione per complessità, durata ed esperienza del mediatore (art. 31, comma 5 del DM 150/23)

In caso di accordo al primo incontro o in incontri successivi, le spese di mediazione sono soggette alle seguenti maggiorazioni.

1) Aumento per conciliazione al primo incontro
2) Aumento per conciliazione ad incontri successivi
Con l’accordo delle parti, le indennità possono essere maggiorate in base all’esperienza del mediatore, la complessità delle questioni oggetto della procedura.
3) Maggiorazione per complessità
Totale

Agevolazioni fiscali

Ai sensi del D. Lgs 28/10 riformato e dei Decreti 1 agosto 2023, le parti hanno diritto alle seguenti agevolazioni fiscali:

  1. Il verbale contenete l’accordo di conciliazione è esente dell’imposta di registro entro il limite di valore di € 100.000, altrimenti l’imposta è dovuta solo per la parte eccedente.
  2. Un credito d’imposta fino a € 600 per le indennità di mediazione e gli onorari dei legali per ciascuna procedura di mediazione fino a un totale annuo di € 2.400 per persona fisica e € 24.000 per persona giuridica. Il credito d’imposta è ridotto alla metà in caso di mancata conciliazione.
  3. Un credito d’imposta fino a € 518 commisurato al contributo unificato versato dalla parte del giudizio estinto a seguito della conclusione dell’accordo di conciliazione.
  4. Il patrocinio a spese dello Stato alla parte non abbiente per l’assistenza dell’avvocato se è raggiunto l’accordo in mediazione nelle materie oggetto della condizione di procedibilità.
  5. Il patrocinio a spese dello Stato alla parte non abbiente per le indennità di mediazione, a prescindere dall’esito della mediazione.