Nr. 1 del Registro degli Organismi di Mediazione del Ministero della Giustizia

MEDIAZIONE

Primo Incontro

Al primo incontro, il mediatore espone la funzione e le modalità di svolgimento della mediazione, e si adopera affinché le parti raggiungano un accordo di conciliazione.

Mediazione, conciliazione e risoluzione alternativa delle controversie

Il tentativo di conciliazione è la procedura facilitata dal mediatore in cui le parti, assistite dai rispettivi avvocati, discutono in modo strutturato i termini della possibile risoluzione bonaria della controversia. Ha una durata media di 57 giorni e una percentuale di successo di oltre il 70% quando le parti decidono di proseguire in incontri successivi.

Avvio della mediazione

La procedura si avvia con il deposito della domanda di mediazione. ADR Center nomina un mediatore della propria lista e convoca le parti presso la sede scelta ovvero presso altri locali ritenuti più idonei o convenienti.

Mancata Partecipazione

Quando la mediazione costituisce condizione di procedibilità, il giudice condanna la parte costituita che non ha partecipato al primo incontro senza giustificato motivo al versamento all’entrata del bilancio dello Stato di una somma di importo corrispondente al doppio del contributo unificato dovuto per il giudizio.

Primo incontro

Se la parte chiamata accetta l’invito a partecipare al primo incontro , si procede con il suo svolgimento alla presenza del mediatore nominato e le parti, assistite dal legale, anche in video conferenza. Detto incontro si svolge tra 20 e 40 giorni dal deposito della domanda, e ha lo scopo di verificare le concrete possibilità di successo del tentativo di conciliazione.

Mancata conciliazione al primo incontro

Quando l’esperimento del procedimento di mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale, la condizione si considera avverata se il primo incontro dinanzi al mediatore si conclude senza l’accordo di conciliazione.

Esito positivo

L’accordo raggiunto dalle parti, se sottoscritto anche dai legali, ha valore di titolo esecutivo. In tutti gli altri casi, l’efficacia esecutiva è subordinata all’omologa, su istanza di parte, del presidente del tribunale.

Esito negativo

In caso di esito negativo, il mediatore redige il verbale di mancato accordo.

Il costo del tentativo di conciliazione, parametrato al valore della lite, è certo e predeterminato.